19 dicembre 2006

Gatti yin e yang

Gatti yin e yang.

22 commenti:

  1. Come ho visto la foto mi è venuto in mente il medesimo commento! Filter sei geniale a scovare 'ste bestioline...

    RispondiElimina
  2. Ladra di caramelle, grazie, più che altro sono loro che trovano me. Se ti appassioni ai Grandi Classici della Natura, poi li vedi dappertutto.

    RispondiElimina
  3. Loforestieroprolisso19/12/06 14:06

    Facendoli ruotare vorticosamente sull'asse definito dal punto di contatto tra i due gatti, il risultato dovrebbe essere questo, bicolore ed apparentemente rincoglionito.

    Non mi pronuncio riguardo all'eventuale sottoprodotto di un antigatto oppostamente bicolore, anch'esso ugualmente rincoglionito, poichè le implicazoni sarebbero sconcertanti.

    RispondiElimina
  4. Filter sono d'accordo, diventa un po' una deformazione professionale. Io, ad esempio, ho la fissa dei cartelli e delle scritte di dubbia utilità, abitudine trasmessami da un ex di cui non riesco a liberarmi (dell'abitudine, sia chiaro, non dell'ex... quello ci ha messo 5 minuti a liberarsi da solo!).

    RispondiElimina
  5. Troppo belli!!!!!!!!!!! Prof Fifi, sei geniale (et je pèse mes mots...)! Adoro i loro occhi birichini! Stanno per fare mille stupidagini nella stanza...
    Me li stampo again... Fai felice un piccolino... A che potere sto Fifi ;-)

    LdC, c'è una caramella franceseying and yang, la conosci?
    http://www.obonbon.com/regliss39mint-p-582.html?osCsid=dafe86be09b22a377c5c9b43d3076213 (come si fa a fare un link?)

    A proposito, me lo spiegate cosa sono i cartelli e le scritte di dubbia utilità?

    RispondiElimina
  6. Cikappina, hai presente lungo la strada quando trovi un cartello, un'insegna oppure qualcuno che ha scritto qualcosa sul muro e ti chiedi "perchè dire una cosa talmente ovvia?"... a me piace fotografare quei messaggi. Nelle fotogallery sul mio blog ne trovi sempre parecchi, anche nell'ultima che ho fatto a Monteacuto nelle Alpi.

    La caramella non la conoscevo, che carina :o))))

    RispondiElimina
  7. Ho visto la foto "suonare nelle curve. grazie"... Adesso ho capito di che cosa si tratta :-) Sei troppo carina LdC! Adoro la tua originalità (lo dico sul serio!)

    RispondiElimina
  8. LoForestieroProlisso, sembra uno di quei racconti di fantascienza al termine dei quali l'universo sparisce.
    Ladra di caramelle, anch'io li noto spesso! Il prossimo che vedo lo fotografo e te lo spedisco.
    Cktc, se continui così mi monterò la testa e metterò in piedi una vendita online di pupazzetti ispirati ai Grandi Classici della Natura. Secondo me, basta mandare le foto in Cina e te li fanno. Poi tu avrai un piccolo sconto.

    RispondiElimina
  9. Si ma a 1€ al giorno di stipendio per fabbricarne tanti al giorno, io preferirei di no... Perché non farli fabbricare in Italia? Sarano un po' cari, ma sai gli amici della natura non guarderano il prezzo... Quando si ama, non si conta, si dice in francese (anche in italiano?)...

    Mi accontentero' delle tue foto magnifiche (li amo questi due gattini, sono troppo carini, sul serio... e la stampa farà felice un piccolino stasera!).

    PS: Non chiedermi se i giocatoli che ha ordinato a Babbo Natale sono stati fabbricati in Cina... Arrosirerei di vergogna!

    RispondiElimina
  10. CK&Filter... purtroppo quasi tutto è prodotto in oriente, ma se volete stupirvi su quante cose (ma soprattutto COME) vengono ancora prodotte nel sud Italia vi consiglio la lettura del libro "Gomorra" di Roberto Saviano (per Cikappina sarà un ottimo esercizio di italiano). Per i cartelli vi ringrazio, se ne trovate mi fate contenta (anche in francese sono ben accetti!).

    RispondiElimina
  11. Cktc, se li faccio fabbricare in Italia il cinese che prendeva 1€ al giorno resta disoccupato e non trova moglie. Ci hai pensato? Perché vuoi fare questo a un povero cinese?
    Ladra di caramelle, comunque fra la Cina e la camorra è una bella battaglia.

    RispondiElimina
  12. Scusa Prof Fifi, è un dilemma questa domanda... ma è un modo di lasciare le nostre coscienze "pulite" quello di dire "se non lo facciamo fare a loro, avranno una vita peggiore". E' un po' troppo facile. Forse sono testona, ma non sono d'accordo con te. La globalizzazione permette purtroppo quell'ingiustizia. Tanti padroni francesi chiudono le ditte in Francia per aprirle in Asia perché li si possono permettere di approffitare dei lavoratori: non voglio di questo sistema io. E forse sono utopista, ma sogno di vedere i cinesi non più accontentarsi di 1€ al mese. E' indecente che noi occidentali lo permettiamo.

    Ho letto questo: Le patron le mieux payé de France est un Américain, John Schwartz, directeur général de Business Object, une société de logiciels ; Il a touché 26 millions d'euros brut sur l'année 2005. Il devance Lindsay Owen Jones, qui était alors le P-DG de L'Oréal, avec 25 millions d'euros et Bernard Arnault, le patron de LVMH avec 13 millions d'euros.
    In riassunto, i grandi padroni francesi guadagnano tra 20 e 26 millioni di euro all'anno. MA QUALE LAVORO PUO' GIUSTICARE UNO STIPENDIO COSI' ALTO DA NOI E UNO COSI' BASSO IN CINA????? E' PROPRIO L'INDECENCE DEL NOSTRO SISTEMA!

    Rimetto il naso rosso del clown francese, sono sicura che pensate che mi stia meglio ;-) E non voglio farvi dimenticare che mi piace ridere ;-) I due gattini birichini hanno ricevuto tanti bacettini ieri sera. Vedi, sei un mago per i piccolini ;-)

    RispondiElimina
  13. CKTC, se solo avessi cinque minuti butterei giù una soluzione semplice e geniale ai problemi della globalizzazione. Purtroppo vado di fretta e mi limito ad abbracciarti. E un bacio al piccolino. ;-)

    RispondiElimina
  14. Uno più intelligente dell'altro? Forse uno più furbo dell'altro?

    Magari avessi avuto due minuti per dire cosa pensi tu della differenza tra guadagnare 26 millioni di euro o 365 € all'anno. E spiegarmi quale lavoro puo' giustificare 26 millioni di euro all'anno?!!!! E non dire che sono invidiosa di quelle persone, a me quelle persone mettono solo a disagio... perché sono indecenti. Possono decidere di mettere centinaie di persone in disoccupazione e dormire benissimo di notte.

    Accidenti mi è caduto il naso rosso... Qualcuno me lo puo' ridare per piacere? ;-)

    RispondiElimina
  15. Cktc, non risolveremo i problemi del mondo su questo blog. Un giorno ne inventerò un altro e saranno giorni felici per tutto il pianeta. Oh, ho trovato il tuo naso rosso: tieni.

    RispondiElimina
  16. Ti tiro la lingua (occhiolino cmq, ti voglio solo dire che io credero' sempre che le piccole fontane fanno i grandi fiumi e che praticare la politica dello struzzo non farà mai avanzare lo "schmilbliCK"... espressione di un comico francese che non avrà nessun sapore in italiano, lo so...).
    Cmq, mi hai fatta felice per il naso e ti ringrazio dal più profondo del cuore. Senza, non sono più me stessa... E dove l'hai ritrovato?

    RispondiElimina
  17. Cktc, ecco, hai trovato l'espressione giusta: l'euro che dò al mio cinese è poco ma è una piccola fontana! Il naso rosso stava qui per terra.

    RispondiElimina
  18. Ma qui dove? Non ricordo proprio dove l'avevo perso... ;-)

    RispondiElimina
  19. Cktc, qui qui, mi era rotolato fra i piedi.

    RispondiElimina
  20. Ho rubato una tua foto, è stato più forte di me,non ho mai visto tante meraviglie in un colpo solo.
    questo sotto è il topic dove l'ho inserita, agganciala al mio url e la troverai.

    viewtopic.php?f=7&t=58&start=10

    RispondiElimina
  21. Grazie, Modelé, non so perché, ma insieme a "Se mi lasci mi cancello" questi gatti stanno proprio bene.

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.